Dicembre - frutta e verdura di stagione
Ricette

Dicembre: frutta e verdura di stagione

Quando vado a fare la spesa da fruttivendolo o dal supermercato cerco sempre di portare a casa prodotti di stagione e, possibilmente, con meno chilometri possibili, provenienti dalle campagne venete, quando possibile. Certo per alcuni frutti o ortaggi questo non è possibile ma cerco sempre e comunque di limitare i miei acquisti al territorio italiano.


Spesso, però, non è semplice quali sono i prodotti di stagione e quali provengono invece dall’altra parte del mondo e appartengono quindi ad una stagione diametralmente opposta. Ho pensato di fare una piccola “guida” con qualche semplice ricetta trovata qua e là nel web e sperimentata per aiutare nella spesa chi possa averne bisogno.

Le verdure di dicembre

La zucca

dicembre: zucca

Una delle mie verdure autunno-invernali per eccellenza, buona e versatile si adatta a qualunque ricetta. Oltre a dare pochissime calorie, è una vera miniera di vitamina A, al punto che basta un solo etto di zucca per soddisfare l’intero fabbisogno giornaliero: ideale per la salute di pelle, ossa e denti. Uno dei miei usi preferiti è semplice e gustoso, taglio la zucca a fettine sottili, la metto sulla teglia con un poì di carta forno e la spennello con l’olio di oliva, cospargendola poi con un po’ di sale e tanto rosmarino secco. Inforno per un quarto d’ora circa finchè non è bella colorita ed ecco una buona e salutare alternativa alle patatine fritte!

Gli spinaci

dicembre: spinaci

Quando si parla di versalità questi sono ancora meglio della zucca! Crudi, lessi, saltati in padella, gli spinaci vanno bene per qualunque preparazione. Ricchi di minerali, tonificanti, sono le verdure in assoluto più ricche di fattori antiossidanti. Una vera bomba di salute. Ottimi nelle farciture uno dei miei usi preferiti è usarli come ripieno, insieme alla ricotta, nelle torte salate. Si può usare la pasta sfoglia (un po’ pesantina e burrosa ma buonissima) o fare una semplicissima pasta di pane con acqua e farina e condirla con spinaci saltati, ricotta, pepe, sale, noce moscata e magari qualche cubetto di speck ed ecco risolta la cena. Anche in una bella insalata, vicino alla carne rossa a un bel pesce al forno gli spinaci sono più saporiti di tante altre insalate, più croccanti e si conservano meglio in frigo, anche per una settimana!

Il radicchio

dicembre: radicchio

La verdura invernale per eccellenza, essendo trevigiana di nascita e vivendo ancora qui per me inverno significa automaticamente radicchio. Trevigiano, di Castelfranco, di Verona, chioggiotto, tardivo, non importa di che tipo sia il radicchio è buono sempre, cotto e crudo. Gradevolmente amaro, il radicchio è una vera bomba vitaminica. Contiene sostanze amare che gli conferiscono ottime proprietà digestive e depurative. Basta tagliarlo e lavarlo per avere una buonissima insalata, condita magari con qualche chicco di melograno e una salsina di olio extravergine e senape, ottimo unirci anche qualche noce e pinolo e si ha una insalata diversa dal solito, più saporita e dal gusto deciso, non per tuti i palati forse ma vi consiglio di provarla. Altrimenti basta saltarlo in padella ed usarlo come condimento per pasta o risotto, o anche per cous cous, quinoa o altri cereali che assumeranno così un bel colore violaceo.

La frutta di dicembre

Le clementine e i mandarini

dicembre: clementine e mandarini

Rinfrescanti e ricchi di vitamina C, contengono anche inositolo, una sostanza che partecipa al metabolismo dei grassi nel sangue, aiutando a bruciarli e ostacolando il loro accumulo nel fegato e nelle arterie. Aciduli o dolci, a seconda di come le preferite per me una tira l’altra: a fine pasto, a merenda, davanti alla tv, a colazione, una bella botta di Vitamina C serve a contrastare il freddo e a tenere distanti raffreddori e influenze. Ottimi anche nelle macedonie invernali con uva e melograno non manca mai nella tavole natalizie insieme alla sua sorella maggiore l’arancia!

Le castagne

dicembre: castagne

Calde da mangiare per strada fatte arrosto, bollite per arricchire qualche buona zuppa di farro o orzo, la castagna è prima di tutto simbolo dell’autunno ma, per fortuna, ci accompagna nelle sere invernali mentre fuori fa freddo. Di solito il mio uso di questo frutto è il più semplice possibile, le faccio arrosto e me le mangio ben calde, quando la buccia è abrustolita e dentro sono morbide e ben cotte. Ma anche con qualche ricetta salata, o nei dolci (non le amo nei dolci troppo dolci) non devono essere male, ci vuole solo un po’ di fantasia!

La pera

dicembre: pera

Amica della linea, contiene un’elevata quantità di fibre e tanto potassio. Frutto ideale anche come ingrediente per eccellenti piatti dall’antipasto al dolce. Nelle insalate, a fine pasto, nei dolci alla cioccolata per tenerli morbidi. Più è succosa e più dà soddisfazione! So che un classico è abbinarla ai formaggi (che io non amo per niente purtroppo), o con il cioccolato amaro fuso o negli impasti, bella anche l’idea di usarla in una tarte tatin al posto delle mele per darci un gusto diverso, la pera ci accompagna con le sue varietà per tutto l’inverno

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply